Boom di sbarchi dalla Libia: pressioni per avere più mezzi e soldi dall’Italia

Boom di sbarchi dalla Libia: pressioni per avere più mezzi e soldi dall’Italia

Al di là di quanto sostiene Salvini, la presenza di ong nel Mediterraneo (per ora solo la Sea Watch) non ha alcun peso sulle partenze di migranti.

Dai migranti salvati dalla Sea Watch 3 già sapevamo che sarebbero partite molte altre persone dalla Libia. Oltretutto nel paese ci sono almeno 10 funzionari dell’Aise che probabilmente erano già a conoscenza delle partenze.

L’Italia ha fornito alla Libia 6 motovedette. implementato una sala operativa e consentito che avessero il controllo dei soccorsi in mare. Per il ministro dell’Interno però le partenze continuano a dipendere dalla Sea Watch.

I dati dell’Onu mettono in luce come al 16 gennaio, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, sono stati registrato il doppio degli sbarchi, da 2365 a 4216.

Con la messa in campo da parte dell’Aise di soldi e di 10 uomini in pianta stabile, le partenze erano diminuite con un aumento del numero di migranti rinchiusi nei lager libici.

Ma adesso molti equilibri interni sono cambiati ed i libici aspettano mezzi e soldi.

ilFattoQuotidiano.it