100 migranti soccorsi dal cargo libico tornano a Misurata

100 migranti soccorsi dal cargo libico tornano a Misurata

Dopo essere rimasti per ore in balia del mare, in 100 sono stati soccorsi da un cargo libico.

Hanno atteso l’aiuto mentre il loro barcone era in avaria; probabilmente uno dei dodici bambini a bordo è morto per stenti.

Il cargo battente bandiera della Sierra Leone ha riportato i migranti in Libia, da dove erano partiti. Il dramma di chi era a bordo è stato raccontato trami tweet minuto per minuto. Innumerevoli le segnalazioni effettuate a Roma, La Valletta e Tripoli.

Chiamati i sette numeri diversi della sala operativa della Guardia costiera libica, segnalata come autorità competente. Nessuna risposta, raccontano i volontari. Hanno avvisato l’Italia e Malta dell’assenza di risposte dalla Libia ma nessuno ha attivato operazioni di soccorso.

Dalla Marina libica smentiscono.

«Dal canto suo la Guardia costiera italiana ha precisato che, non appena saputo dell’emergenza, «come previsto dalla normativa internazionale sul Sar ha immediatamente contattato la Guardia Costiera libica, nella cui area di responsabilità era in corso l’evento, che ha assunto il coordinamento e non potendo mandare propri mezzi perché impegnati nei precedenti soccorsi, ha inviato sul posto il mercantile della Sierra Leone».

ilMessaggero.it