Condannato Gian Luca Rana: dava del “finocchio” a un manager

Condannato Gian Luca Rana: dava del “finocchio” a un manager

La Cassazione lo ha considerato un reato ed ha respinto il ricordo del Pastificio Rana. Ad esser condannato è Gian Luca Rana, amministratore delegato e figlio del famoso fondatore Giovanni.

La sentenza conferma la quella della Corte d’Appello di Venezia che ribadisce a sua volta la condanna del tribunale di Verona. Per la Cassazione infatti dare continuativamente e pubblicamente del “finocchio” ad un dipendente  “arreca concreto e grave pregiudizio alla dignità del lavoratore nel luogo di lavoro, al suo onore e alla sua reputazione”. 

I legali di Rana e lui stesso si soffermano sul carattere scherzoso con cui “l’appellativo” è stato usato e si è giustificato sulla base dell’assenza di reazione da parte del manager in questione. Queste motivazioni sono state però ritenute infondate dalla Cassazione che ha stabilito il comportamento del manager sulla basse della sua condizione di inferiorità gerarchica.

laRepubblica.it