Cassazione: è dovere del giudice, anche in Corte d’Appello, verificare la situazione di rischio nel Paese d’origine

Cassazione: è dovere del giudice, anche in Corte d’Appello, verificare la situazione di rischio nel Paese d’origine.

Con sentenza n.26202 del 3 novembre 2017, la Cassazione afferma che

“Ai fini del riconoscimento della protezione sussidiaria, ai sensi (tra l’altro) della richiamata lett. c) dell’art. 14 d.lgs. n. 251 del 2007 è dovere del giudice verificare, avvalendosi dei poteri officiosi di indagine e di informazione di cui all’art. 8, comma 3, d.lgs. 28 gennaio 2008, n. 25, se la situazione di esposizione a pericolo per l’incolumità fisica indicata dal ricorrente e astrattamente sussumibile in una situazione tipizzata di rischio, sia effettivamente sussistente nel Paese nel quale dovrebbe essere disposto (…) e tale accertamento deve essere aggiornato al momento della decisione.” 

 

Fonte: MeltingPot.org

Qui la sentenza