Affitti discriminatori a Firenze: Sei immigrata? Non ti affitto la casa

Affitti discriminatori a Firenze: Sei immigrata? Non ti affitto la casa

E’ la storia di Joy, una donna nigeriana, alle prese da un anno con la ricerca di una casa in affitto.

Oltre alla diffidenza al telefono dei proprietari, <<gli agenti immobiliari le dicono che non ci sono case, ma se chiama l’amica italiana le case sono disponibili>>.

(…)Strano perché Joy Iduhon, lavoratrice al mercato di Sant’Ambrogio a Firenze, potrebbe fornire ai proprietari degli immobili tutte le garanzie: dichiarazione dei redditi, fidejussione per un anno, serietà. Tanto più che l’appartamento in affitto sarebbe condiviso con il cugino e un’amica, entrambi dipendenti d’azienda, regolarmente assunti. E allora perché è così difficile trovare una casa in affitto? Il motivo lo spiega lei, senza giri di parole: <<Sono nigeriana, sono nera, ecco perché nessuno è disposto ad affittarmi una casa>>.

(…) Joy parla italiano, ma non benissimo <<Gli agenti immobiliari, ascoltando la mia voce, capiscono che sono straniera, e subito l’atmosfera diventa imbarazzante>>. E allora Joy ha provato a cambiare strategia, facendo chiamare un’amica. 

(…) <<Non appena incontro gli agenti immobiliari per l’appuntamento, mettono spesso le mani avanti. In modo molto esplicito, almeno una decina di volte, in dieci sopralluoghi diversi, mi hanno detto che la proprietà preferisce non affittare la propria casa a stranieri. Dicono che non è una questione di razzismo, ma io ho difficoltà a crederci>>. Joy in quei casi ha provato a ribattere, a mostrare la dichiarazione dei redditi e quant’altro. Ma la diffidenza finora ha prevalso e Joy è stata costretta a rinunciare. <<Adesso comincio ad essere stanca>>. E così continua a vivere in una piccola stanza insieme alle due figlie.

 

Per l’articolo completo e integrale clicca qui