Annuncio radiofonico shock su treno TRENORD tratta Milano-Cremona

Annuncio radiofonico shock su treno TRENORD tratta Milano-Cremona

Trenord ha aperto un’inchiesta interna: l’autrice del messaggio è la capotreno. Il passeggero che ha denunciato l’accaduto: “Colpa del clima che si è creato nel nostro Paese”

“I passeggeri sono pregati di non dare monete ai molestatori. Scendete perché avete rotto. E nemmeno agli zingari: scendete alla prossima fermata, perché avete rotto i c…”. È il messaggio, lanciato da una voce femminile attraverso gli altoparlanti di bordo che i passeggeri del regionale ‘2653’, in partenza alle 12.20 da Milano per Cremona e Mantova, hanno udito con un certo sconcerto.

Insulti al passeggero che ha denunciato: “Radical chic, portali a casa tua i reietti”
Uno di loro ha mandato una segnalazione tempestiva e specifica che ha innescato un’inchiesta da parte di Trenord, come racconta La Provincia di Cremona. “Ringraziamo il cliente per la pronta segnalazione – scrive l’azienda dei trasporti in una nota – Quanto riportato è grave e inqualificabile, adotteremo i provvedimenti necessari”. Fatto un rapido incrocio di dati, l’autrice del messaggio è già stata identificata: è la capotreno. Ora si dovranno valutare i provvedimenti disciplinari: la sanzione può arrivare fino al licenziamento.

Il passeggero che ha deciso di non lasciare perdere la questione è Raffaele Ariano, un ricercatore dell’Università Vita-Salute San Raffaele che in un post scritto subito dopo esser sceso dal treno a Cremona descrive l’accaduto e si chiede se si possa fare qualcosa: “C’è qualche ente/associazione a cui abbia senso denunciare la cosa? Sono abbastanza convinto che questo comportamento sia sanzionabile. Il controllore di un treno, ad esempio, è un pubblico ufficiale”.

Qui l’articolo completo