Colloquio razzista a Venezia. Ragazza insultata dal datore di lavoro

Colloquio razzista a Venezia. Ragazza insultata dal datore di lavoro

“Un caso di discriminazione razziale è stato segnalato da una ragazza di origini haitiane che stava cercando lavoro a Venezia. Dopo aver risposto ad un annuncio, per un impiego da cameriera, la giovane si è recata al colloquio e – come lei stessa stessa racconta in un video su Facebook – è stata rifiutata perché nera. “Potrebbe far schifo ai miei clienti”, avrebbe detto il ristoratore.

E’ la stessa giovane a raccontare l’accaduto con un video pubblicato su Facebook. “Non voglio parlare di politica, ma raccontarmi di cosa mi è successo”, esordisce la giovane. “Su Subito.it vedo un datore di lavoro che cerca una cameriera. Lo contatto e gli chiedo se possiamo incontrarci, lui felice acconsente e ci mettiamo d’accordo. Quando arrivo fa una faccia impressionante e mi dice: ‘Ah, ma sei nera?’ – racconta Judith -. Io gli rispondo: ‘A quanto pare sì’. Allora lui fa: ‘Scusa, non per cattiveria, ma io non voglio persone di colore nel mio ristorante, perché sai potrebbe far schifo ai miei clienti, potrebbe far schifo che tu tocchi i loro piatti’. Prende e se ne va. Sono rimasta basita”  racconta la ragazza.

Immediate le reazioni di sdegno del sindaco della città che annuncia pubblicamente le scuse alla giovane.

 

L’articolo originale su Tgcom.it