Regione Toscana: con decreto Salvini stimati 5000 irregolari

Regione Toscana: con decreto Salvini stimati 5000 irregolari

A lanciare l’allarme sono l’assessore regionale all’immigrazione e l’assessore comunale di Firenze, preoccupati per la possibile carenza di efficienza e servizi che possono colpire i CAS.

Continuano gli allarmi e i dubbi sulle conseguenze che il Decreto Sicurezza e Immigrazione voluto da Salvini comporterà sull’integrazione.

“<<I Cas diventano luoghi di parcheggio senza corsi di formazione e senza corsi di lingua>>” 

sostiene il rappresentante regionale.

<<si ritroveranno per strada circa 5mila migranti in Toscana, che di fatto saranno irregolari, come fantasmi. Queste presenze potrebbero essere compensate se ci fossero le espulsioni, ma attualmente in Toscana ce ne sono soltanto una trentina ogni anno>>.

(…) Alla conferenza stampa in Regione, questa mattina, anche l’assessore comunale di Firenze Sara Funaro. <<Siamo fortemente preoccupati, i dinieghi per protezione umanitaria andranno ad aumentare i migranti abusivi, che probabilmente si riverseranno nelle grandi città come Firenze e potrebbero diventare un problema di gestione del territorio e di sicurezza”. Inoltre, “con le poche risorse messe a disposizione, si rischia di arrivare a un sistema che smantella l’accoglienza diffusa, si rischiano centri di grandi dimensioni senza attenzione al territorio>>.”

Fonte RedattoreSociale