Joe Formaggio: “casa ai Rom? Meglio ai topi”

Joe Formaggio: “casa ai Rom? Meglio ai topi”

Fanno discutere le parole del sindaco di Albettone (Vicenza)

Il sindaco Joe Formaggio, politico di Fratelli d’Italia è già noto per alcune dichiarazioni passate.

All’ingresso del suo paese aveva fatto affiggere dei cartelli dal seguente contenuto: «Si comunica a tutti, ladri, bastardi, delinquenti, persone indesiderate, che in questo comune non esiteremo a spararvi». Qui l’articolo.

Inoltre, per altre affermazioni, è anche già stato condannato per comportamento discriminatorio e incitamento all’odio razziale nei confronti di rom e migranti.

Ecco altre parole del sindaco: “Prendere una badante rom a casa mia? Assolutamente no. Un giudice mi ha contestato pure il fatto che piuttosto di affittare una casa ai rom le avrei dato fuoco. La casa è mia, potrò farne ciò che voglio o no? No. Non si può neanche quello. Allora la tengo chiusa che ci corrano dentro le pantegane. Meglio le pantegane dei rom, almeno ogni tanto vado la e le saluto. Preferisco le pantegane ai rom in casa mia. Posso affittarla a chi cazzo voglio?”.

Non perde tempo a scagliarsi anche contro la Kyenge che ha dato vita al movimento politico di afro-italiani ‘Afroitalian Power’. «Ho conosciuto la Kyenge, ci ho chiacchierato ed è una bella persona. Mi piace, anche se ha idee strane. Però come persona mi piace da morire. Penso che con questo movimento si autoghettizzi, fa un partito da ridere. Lei è una che ha preso alle ultime elezioni europee 80mila preferenze, un po’ come Joe Formaggio prendesse ad Albettone il 100% dei voti. Se facessi un partito ‘Bornitalian power’, direbbero che sono razzista. Ditemi a che cazzo serve un partito di afroitaliani in Italia. Qui non c’è razzismo, non c’è odio razziale. Una come la Kyenge è stata persino ministro e ha preso 80mila preferenze alle europee.»

In riferimento all’uccisione di Desirée aggiunge anche che in Italia non c’è razzismo. Anzi siamo troppo democratici e il razzismo c’è al contrario, verso gli italiani.

Sostiene inoltre che il Partito Nazional Fascista non deve essere al bando; rivendica di avere il busto di Mussolini all’interno del suo ristorante.

Fonte: IlFattoQuotidiano.it