Basket, l’arbitro: “Metti giù quelle mani di merda, negro”

Basket, l’arbitro: “Metti giù quelle mani di merda, negro”

Questa la denuncia della squadra del Forlimpopoli

Il presidente dei Baskérs Forlimpopoli, squadra di Basket della Serie D dell’Emilia Romagna, denuncia quanto avvenuto durante la partita contro Scuola Basket Ferrara.

«Metti giù quelle mani di merda, negro», questa sarebbe la frase razzista detta dall’arbitro al giocatore Orobosa Monday. Il ragazzo gli si sarebbe avvicinato per chiedere spiegazioni dopo che questo aveva fischiato. In questo frangente Orobosa avrebbe inoffensivamente toccato il braccio all’arbitro che quindi avrebbe pronunciato la frase.

Il presidente dei Baskérs Forlimpopoli sostiene poi che Orobosa «all’udire di quella frase è scoppiato in lacrime andando verso il tavolo dov’era presente l’ufficiale di campo per riportare quanto successo. (…) Nessuno in campo ha voluto credere a quanto successo o forse la responsabilità dell’azione era troppo grande per poter far qualcosa. Crediamo che il responsabile arbitri al tavolo dovesse far qualcosa, non restare con le mani incrociate attonito.

(…) Il razzismo è una brutta bestia e lo sport dovrebbe essere un punto di unione, dove la differenza di pelle non deve esistere – aggiunge Gardelli – Da presidente (nero),resto ferito ed allibito per quanto successo, perché sembra il caso di “è la tua parola contro la mia”… con Oro che ha continuato a piangere per tutta la partita.»

Il presidente critica anche il fatto che dopo l’episodio la gara sia continuata tranquillamente nonostante loro continuassero a chiedere informazioni. Sostiene che anche i giocatori debbano essere tutelati anche perché il ricorso costa molto e non tutti possono permetterselo. «perché non abbiamo avuto possibilità nella partita di ieri di scrivere anche noi nel referto? Ora chi ci ascolterà?”. Quanto accaduto contro Ferrara, conclude, “è la peggior sconfitta della nostra società: essere vittima di un caso di razzismo”.»

Anche Rodolfo Rombaldoni, ex azzurro, compagno di squadra di Orobosa, conferma l’accaduto. «Non avrei mai pensato di assistere ad una scena del genere su un campo da basket, tantomeno detta dall’arbitro. Complimenti.»

Per approfondimenti sulla vicenda cliccare qui e qui.