Salvini: stop al Global Compact dell’Onu

Salvini: stop al Global Compact dell’Onu

Salvini ha affermato che l’Italia non firmerà il Global Compact for Migration fino a che il Parlamento non si esprimerà.

A questo proposito il premier Conte ha fatto marcia indietro rispetto a settembre; infatti aveva inizialmente avanzato il sostegno italiano al patto internazionale sull’immigrazione.

Queste le parole del vicepremier Salvini: «Il Global compact è assolutamente compatibile con la nostra strategia, ho condiviso il piano con i miei partner Ue, non ho cambiato idea, ma essendo un documento che ha valore politico abbiamo convenuto che forse è giusto creare un passaggio parlamentare, in cui far condividere da parte di tutti ciò che stiamo facendo.»

Cos’è il Global Compact for migration?

E’ un patto lanciato dall’Onu a settembre 2016 per garantire sul piano internazionale «una migrazione sicura, ordinata e regolare». E’ volto a creare procedure ed impegni condivisi da parte della comunità internazionale sull’emergenza immigrazione.

In Italia l’opposizione al Global Compact è espressa da Fratelli d’Italia e da Giorgia Meloni.  «Distrugge i confini e gli Stati nazionali favorendo l’immigrazione incontrollata.»

Al momento Salvini e poi Conte hanno espresso la necessità di spostare il dibattito e la conseguente decisione sul piano parlamentare. L’Italia non parteciperà dunque a Marrakech dove era prevista la conferenza intergovernativa visto che il Global Compact dovrebbe essere adottato entro l’anno.

Moltissime le accuse da parte del centrosinistra per il dietrofront del governo.

Fonte: laRepubblica.it