Aggressione razzista sul tram a Roma

Aggressione razzista sul tram a Roma

L’aggressione razzista ai danni di una donna si è verificata su un tram a Roma.

A denunciare l’accaduto è una passeggera che riporta quanto successo con dei post sui social network.

« “E tu perché sei qui, cosa ci fai sul tram?”, attacca il 40enne romano. La donna (di colore) trasecola. Sistemato il passeggino con la bimba di un anno all’interno risponde: “Che vuoi, cosa ti ho fatto?”.»

(…) «”Tu devi stare zitta, hai capito”, ribatte l’uomo. Raggiunta la fermata desiderata la donna scende e viene aggredita. Lui le sputa, la colpisce ai fianchi e assesta un colpo anche al passeggino. “A quel punto io ed un ragazzo interveniamo – racconta Ilaria M. – io urlo, il ragazzo prova a fermarlo, l’uomo inizia spingerci, a insultarci”. La tensione è sempre più alta. “Altre due donne intervengono – prosegue Ilaria – lui continua a insultarci e tira tre cazzotti in piena faccia al ragazzo. Io batto i pugni come una pazza sul gabbiotto dell’autista che si limita a non far ripartire il tram”.

“Arriva la polizia”, prosegue Ilaria M., “chiede gentilmente all’uomo di scendere, noi proviamo a raccontare quello che è successo ma non sembrano interessati. Io, quel ragazzo e le altre due donne urliamo di far scendere l’uomo. Lui continua ad insultarci. Lo invitano tranquillamente a calmarsi e a scendere dal tram. Alla fine scende, continuando ad urlare che lui poteva fare quello che voleva”.

Ma dall’interno dei vagoni si sente gridare: “Ecco ci hanno fatto perdere un’altra mezz’ora”, inveiscono alcuni presenti, racconta sempre Ilaria. Un dettaglio che spaventa, al pari dell’episodio che si era consumato pochi istanti prima. I 45 passeggeri sono infastiditi forse più dal ritardo accumulato e dalla perdita di tempo che dall’aggressione in sé.»

Fonte: laRepubblica.it