Imola: violenze e insulti razzisti ai bambini di un asilo

Imola: violenze e insulti razzisti ai bambini di un asilo

E’ successo a Imola e l’autrice è una maestra d’asilo.

La donna è adesso ai domiciliari con le accuse di maltrattamenti aggravati, lesioni personali continuate dal 2015 al 2018.

Ecco i discorsi estrapolati da alcune intercettazioni: «Perché lei non sta ferma… lei butta giù tutto. Anche quando mangia, fa il ballo dell’Africa… dell’Africa nera! Il ballo del qua qua. (…)

Dal Marocco, dalla Tunisia, dall’Algeria… Venite qui a fare… delle idiozie!”, si sente dire alla maestra in un’occasione. E ancora: “Se i tuoi genitori facevano un po’ di scuola erano molto più intelligenti invece di trattarti così… ti riducono come una larva, che non hai voglia di fare niente! Solo disturbare la quiete pubblica, fortuna che c’è la polizia! Al loro Paese!”.

(…) In una intercettazione la donna a una bidella diceva: “Io da sola non faccio più niente… quei pochi italiani vengono poco perché c’ho della gentaglia”.» 

Addirittura una volta ha usato l’appellativo “terroristi” nei confronti di due bimbi che stavano rientrando dall’ora di ginnastica.

Inoltre più volte la donna ha colpito i bambini.

Fonte: ilFattoQuotidiano.it