Nasce la fondazione per rilanciare il modello di accoglienza di Riace

Nasce la fondazione per rilanciare il modello di accoglienza di Riace

Qui di seguito le parole di Mimmo Lucano: «Oggi, nonostante tutto quello che è successo in questi ultimi mesi, vogliamo ricostruire quel progetto di comunità, di accoglienza e di integrazione. Spero, comunque, di poter un giorno ritornare a Riace.»

Questo il discorso tenuto durante l’iniziativa “E’ stato il vento” volta a far riprendere i progetti d’accoglienza e d’integrazione dei migranti nella cittadina in provincia di Reggio Calabria.

«E’ importante – ha continuato Lucano – non far morire l’idea: Riace infatti è la metafora della resistenza di chi non si riconosce in questa deriva di disumanità, podio e fascismo che si vive in Calabria. Al momento, a Riace, non ci sono più progetti, sono rimaste solo alcune persone il cui sostegno è garantito dalla rete di solidarietà che si è creata in questi ultimi mesi. Per il futuro – ha proseguito il sindaco riacese – con la costituzione di questa fondazione vogliamo rilanciare la comunità sopperendo ai vuoti attuali e alla mancanza di contributi pubblici, anche se comunque ero orientato a non volere più questi finanziamenti puntando sull’autosufficienza.

(…)  vogliamo ricostruire quel progetto di comunità e quel sistema di accoglienza e integrazione che era un’eccellenza, di accoglienza e di integrazione. E per parte mia – ha rilevato poi Lucano – spero, comunque, di poter un giorno ritornare a Riace.»

La fondazione sarà preceduta da un Comitato promotore che si occuperà degli aspetti procedurali per il varo della stessa.

laRepubblica.it