Chi siamo

Il Centro di Informazione su Razzismo e Discriminazioni in Italia nasce dalla volontà di mettere a disposizione di un vasto pubblico i risultati delle attività che COSPE svolge da molti anni nel campo della lotta al razzismo e alle discriminazioni.

Il CIRDI si propone di essere un punto di riferimento a livello nazionale su razzismo, xenofobia ed intolleranze collegate e sulle discriminazioni basate sull’origine etnica o nazionale, lingua o religione per tutte quelle organizzazioni ed istituzioni che lavorano su questi temi e per i cittadini interessati, comprese le vittime reali e potenziali.

Se da un lato la raccolta di informazioni e l’attività di documentazione del centro vuole essere un servizio qualificato a disposizione della società civile (organizzata e non) e delle vittime delle discriminazioni, dall’altro si rivolge anche alle istituzioni locali, nazionali ed internazionali che formulano politiche e atti di indirizzo.

Uno degli obiettivi del CIRDI è infatti quello di fornire ai responsabili politici e agli amministratori sia a livello nazionale che locale, informazioni ed analisi utili ai fini della predisposizione di politiche di parità di opportunità e di trattamento ma anche esaminare e analizzare in maniera indipendente politiche, misure e pratiche che possono avere un impatto sulle condizioni di vita delle persone vulnerabili al razzismo e alle discriminazioni.

A livello europeo, il CIRDI fornisce agli organismi internazionali che si occupano di questi temi a diversi livelli (es. FRA, ECRI, Commissario per i Diritti dell’Uomo del Consiglio d’Europa, ecc.), informazioni ed analisi sulla situazione italiana sia su specifica richiesta che in occasione di episodi particolarmente significativi e/o gravi.

CIRDI è un progetto realizzato con il contributo del Dipartimento per le Pari Opportunità – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Be the first to comment

Leave a Reply